Last Chaos
mag 20

Scritto da: admin
20/05/2009 22.55 

World in Conflict

Mentre mi balenava l'idea di provare World in Conflict per il reame, ero un pò curioso di cosa questo gioco mi avrebbe trasmesso e che tipo di titolo mi sarei trovato davanti. Cosi', come faccio sempre, sono andato a Googlare alla ricerca di screenshots; a prima vista gli screens, che senza dubbio mi trasmettevano forti emozioni, non riuscivano a darmi l'idea di che tipo di gioco mi sarei trovato davanti. Poi, come sempre faccio, sono andato a leggere una recensione di un sito concorrente: trovai scritto che si trattava di uno strategico in tempo reale, con alcuni tratti simili alla saga di Command & Conquer. Oggi, dopo dieci giorni di prove, penso di poter dire qualcosa in merito che faccia onore a questo titolo.

World in Conflict - Storia

Siamo nell'anno 1989. La guerra fredda ha seguito un corso piuttosto diverso da quello della realtà, e la Russia ha lanciato un'invasione a tutto campo del mondo occidentale. Nei panni dell'ufficiale Parker, ci troviamo a sostenere la difesa di alcune posizioni sia europee che americane. In particolare, nella prima campagna del gioco, sono gli Stati Uniti ad essere violentemente attaccati dall'onda rossa. Spettacolari filmati ci introducono nella prima campagna: l'armata rossa è riuscita( non chiedetemi come) a far penetrare nel porto di seattle MIGLIAIA di navi cargo gigantesche ( nessuno se n'è accorto, eh xd ) stra-piene di tanks, blindati, veicoli militari e PERSINO elicotteri. E, manco a dirlo, iniziano i guai : il nostro Ufficiale superiore, nel corso delle missioni, ci guiderà missione dopo missione nella nostra lotta per cacciare i Rossi dagli States. Nella seconda parte del game, invece, ci sarà un flashback: andremo in Francia, quattro mesi prima rispetto alla prima campagna, a difendere le nazioni europee dalla violenza dell'ondata Rossa. Insomma, la storia è piuttosto lineare e ricorda notevolmente C&C Red alert: il gioco, pero', non ha proprio niente a che vedere con Red Alert. Andiamo avanti nella recensione di World of Conflict, e vediamo, se mi seguite, cos'altro abbiamo da scoprire.

World in Conflict- Gameplay

Cominciamo a descrivere questo game per coloro i quali non hanno mai provato un gioco di questo genere. World in conflict è un RTS, ovvero un gioco di strategia in tempo reale, e in particolare un gioco di GUERRA strategica in tempo reale. Il nostro scopo è di completare gli obbiettivi PRIMARI che, missione per missione, ci vengono proposti. Gli obiettivi sono spesso variegati: conquistare una posizione chiave di difesa, difendere una posizione, assaltare un obiettivo chiave e cosi' via. Insomma quasi sempre ci giocheremo la guerra in termini di posizioni strategiche da difendere o da offendere, per farla breve. Oltre agli obiettivi primari, missione per missione ci verrano dati degli obiettivi secondari che se completati aumenteranno i nostri score di missione: spesso pero', credetemi, sarete cosi' presi dalla difficoltà dei primari da fregarvene nella maniera piu' totale degli obiettivi secondari :) . Ma andiamo avanti : come portare a termine le nostre missioni ? Grazie ai nostri soldatini !! Comandaremo le più moderne unità di attacco : fanteria di fucilieri, fanteria anticarro, veicoli di trasporto Humwee, veicoli di trasporto blindati, carri armati leggeri, carri armati pesanti ( i fantastici ABRAHAMS SBAV SBAV ), elicotteri d'attacco e cosi' via. Per quanto riguarda il controllo delle unità, esso è assolutamente banale anche per i nuovissimi arrivati: cliccate per selezionare ( o disegnate un riquadro per selezioni multiple), tasto sinistro del mouse per muovere le unità in una determinata posizione, tasto destro per scatenare l'inferno contro i nemici. Ma il gioco non si riduce cosi' brutalmente solo a scontricelli tra le unità : ogni unità ha le sue particolarità, i suoi punti forti e deboli, le unità contro cui domina e quelle contro cui subisce e le sue mosse strategiche. Per esempio, se prendete il blindato americano, è molto forte contro la fanteria ma piuttosto debole contro i carri pesanti. Eppure dispone di una mossa strategica, il missile TOW, che riduce notevolmente l'energia dei tank nemici ( usatelo SENZA moderazione). La fanteria ha una mossa strategica molto forte, sbarramento di lanciagranate, capace di arrecare danni consistenti ai nemici; oppure puo' usare l'abilità di ricostituzione per reintegrare le unità umane perse in battaglia. Il cecchino sarà straordinario contro i gruppi di fanteria, ma letteralmente inutile contro i corazzati ... e cosi' via. A voi studiare le varie unità e capirne pregi e difetti: se dovessi farlo io non basterebbero dieci pagine per parlare di World in Conflict... magari per consigli più specifici e tattici ricorreremo al forum. Parliamo piuttosto, sperando di avervi già fatto capire del gioco, del sistema dei rinforzi in World in Conflict nel prossimo paragrafo.

World in Conflict - Rinforzi e strategie avanzate

Ricordate, per chi lo conoscesse, il sistema di approviggionamenti di unità di Command & Conquer, basato su Caserme Fabbriche e altre strutture ? Bene... dimenticatelo XD! In World in Conflict le strutture non esistono, quello che esiste sono i punti produzione. All'inizio disponete di un certo numero di produzione, che potrete usare per acquistare le unità. Appena spesi i punti, sceglierete la zona di sbarco, e i vostri rinforzi verranno lanciati sul campo. Niente produzione, niente raccoglimento di risorse : nulla a che vedere con la saga di C&C. E in effetti, in una battaglia reale, questo tipo di impostazione è molto piu' realistica e vicina alla realtà, e inoltre ci permette di concentrarci più sull'intensità delle battaglie piuttosto che sugli aspetti secondari di un gioco di strategia come questo. Di contro, rispetto ad altri strategici come C&C, questo gioco introduce dei punti di azione e strategia in più: per tutta la durata del gioco, infatti, avrete sempre a che fare con il concetto di AUSILIO TATTICO. L'ausilio tattico, che, come l'approviggionamento, funziona per punti, vi consente di mettere in campo strategie di gioco avanzate e straordinarie : parliamo di attacchi di artiglieria calibrata o pesante, bombardamenti aerei , bombardamenti al Napalm, intercettori anti-elicottero e tanti altri ancora che non voglio svelarvi. Vi assicuro che gli ausili tattici FANNO LA DIFFERENZA : in genere le missioni sono calibrate per farvi affrontare una mole di nemici che, senza l'utilizzo di queste chicche strategiche, non sareste assolutamente in grado di affrontare. E imparerete ben presto, a furia di batoste, a farne uso abbondante: tanto si ricaricano presto. Peccato che spesso queste botte non arrivano istantaneamente, e quindi vi ritroverete, nel caso FREQUENTISSIMO di nemici in movimento, a cercare di calcolare anche dove lanciare il "carico di munizioni" affinchè arrivi nel posto giusto al momento giusto. Che storia ... ma che gioco, proprio un gran bel gioco !

World in Conflict - Grafica

Gran bella grafica, non c'è che dire. Attenzione al tweaking grafico: pubblichero' delle dritte nel forum, perchè ci sono alcune impostazioni che, a fronte di piccole migliorie reali ( un pò come succedeva per le ombre di Crysis), rallentano ENORMEMENTE il vostro frame rate. E, cosi' come in Crysis, perdere frame rate in questo gioco è fastidioso e LIMITA FORTEMENTE il vostro livello di performance: scattando, insomma, non potrete rendere al 100%. I modelli sono ben curati: dai carri, agli elicotteri, alla fanteria vi ritroverete con texture davvero curate e modelli 3d straordinariamente fedeli. E, se pensate alla saga C&C, la mia impressione è che il controllo della visuale in World in Conflict è TOTALMENTE superiore : ovviamente potrete ruotarla in tutte le direzioni, come ormai tutti i titoli 3d che si rispettino ci hanno abituati, ma potrete inoltre zoomare raggiungendo livelli di zoom VERAMENTE incredibili, in modo tale che potrete realmente godervi i modelli tridimensionali che il gioco ci offre in formato gigante, con tanto di animazioni realistiche :). INsomma, la grafica è eccellente, eccellente il controllo della visuale e lo zooming, ottimi gli effetti e le animazioni ... 10 + XD. Inoltre l'hardware richiesto non è cosi' proibitivo, e quindi penso sarà accessibile a molti dei reamoti che stanno leggendo.

World in Conflict - Conclusioni

Imperdibile. Per chi ama gli strategici di guerra in tempo reale, questo titolo è letteralmente imperdibile. Il mio voto è ottimo e, anche sforzandomi, non riesco a muovere nessuna critica a questa straordinaria fatica di Sierra. Da acquistare senza remore.

Tags:

Tuo nome:
La tua email:
(Opzionale) Email usata solo per mostrare Gravatar.
Il tuo sito web:
Titolo:
Commento:
Security Code
CAPTCHA image
Enter the code shown above in the box below
Commenta   Annulla 

Torna alla home
 







Inspired by Nina